TJS: il disco d’esordio dell’omonimo duo

Dal 10 marzo è disponibile in digital download e su tutte le piattaforme streaming “TJS”, il disco d’esordio dell’omonimo duo.
“In questa ennesima avventura, abbiamo tentato di dare sempre più spazio all’istintività e all’immediatezza e ciò si percepisce sia nella parte armonica che in quella melodica. In particolare, le melodie non hanno una linea uniforme, anzi l’unica cosa che resta davvero costante è la direzionalità magmatica delle pulsioni.
Anche i testi sono del tutto spontanei, tanto che il significato è completamente alla mercé
dell’interpretazione personale di ciascun ascoltatore: ‘Se con una macchina del tempo si potesse tornare alla Preistoria dando una chitarra, dei distorsori, dei fuzz, dei riverberi e un microfono ad un uomo di quell’epoca, il nostro disco ne sarebbe il risultato.’”

La registrazione dell’album, in presa diretta, ha determinato l’ossatura del suono che è quello della resa live, senza artifici né costrizioni. Dodici canzoni e,al centro di tutto, l’amore e il fascino esercitato dal mondo animale, nella sua semplicità ed indomita efferatezza.
Il disco è stato registrato e prodotto al BlapStudio di Milano di Antonio Polidoro, ma molte sono le persone che completano il team e hanno contribuito alla realizzazione del progetto. Sara Brasacchio, foto e video e Valeria Traversi, la quale ha creato la copertina dell’album.
A dar vita ai colori sonori del disco troviamo: Giuseppe Ferdinando Zito, chitarra e voce
(sponsor Korg), e Lorenzo Elio Mariani, batteria (sponsor Percussion Village di Milano).

Foto TJSGiuseppe Ferdinando Zito nasce a Lecco (LC) il 9 dicembre 1985 e si diploma in falegnameria all’istituto Achille Grandi di Cantù. Dopo varie esperienze lavorative, si accosta al suo più grande interesse: la musica. Prende lezioni di canto lirico da Alessandra Zapparoli, noto mezzosoprano laureatasi al Conservatorio di Milano. Giuseppe continua a studiare canto tra L’italia e La Germania, in particolare a Berlino, dopodiché nel 2008 si iscrive al CPM di Milano, diplomandosi nel 2010. Qui Giuseppe conosce una personalità chiave per il suo percorso artistico: Franco Mussida. Nel corso della sua carriera musicale, Giuseppe collabora con artisti affermati del calibro di Morgan, Andy dei Bluvertigo, Richard Lewis degli Skunk Anansie. Apre, tra gli altri, i concerti degli Skinread, dei Linea 77, Marta sui Tubi, i Vallanzaska e dei Persiana Jones. Le sue fonti d’ispirazione sono i Radohead, gli Smashing Pumpkins, i Nirvana, i Twenty One Pilots e i Daft Punk.

Lorenzo Elia Mariani nasce l’1 dicembre del 1988 a Milano (MI) e si diploma al liceo scientifico Giuseppe Marconi di Milano. Intraprende gli studi universitari dedicandosi alla Zoologia, ma li abbandona assecondando la passione per la musica. Studia chitarra e batteria da autodidatta, approdando in seguito al CPM di Milano, dove conosce Giuseppe, con il quale dà vita ai JTS.
Anche Lorenzo vanta collaborazioni di spessore con vari artisti, tra cui James Blunt, Max Gazzé, Mika e Carla Bruni. Per Lorenzo un’importante influenza è rappresentata dall’ambito crossover degli anni ’90 e quindi da musicisti e band quali i Linkin Park, i Limp Bizkit, i Korn, ma anche la musica elettronica dei Pendulum.

Chiara Zanetti

Annunci